Maerins




Le meraviglie delle Dolomiti!

FuoriVia • View topic - Maerins- via Gross

Maerins- via Gross. Post by stefano michelazzi » Wed Oct 08, 2008 9:25 pm. Bella e dimenticata! Salita su roccia quasi sempre ottima anche se un po' sporchetta. Caratteristico ed entusiasmante il tunnel formato dal camino principale che si supera alla 4a lunghezza ... si potrebbe definire speleo-alpinismo... :lol:

Approfondisci

Creato da www.fuorivia.com

La Val di Fassa e le sue leggende: Similuce e la Val San Nicolò

La ragazza scese a valle dal giardino delle rose di Re Laurino, il Rosengarten o Catinaccio, e cominciò a salire lungo la Val San Nicolò, che diventava sempre più stretta e oscura man mano che saliva, finché incontrò due giganti di pietra che erano di guardia alla valle, i Maerins. Il loro compito era chiedere il lasciapassare ...
Racconti e leggende della Val di Fassa: in Val San Nicolò con la leggenda di Similuce che voleva vedere la Marmolada Regina delle Dolomti

Approfondisci

Creato da www.miafassa.it

Quando saranno le tue vacanze?

Dal:
Al:

Offerta strudel artigianale
Scopri tutto su

Montagne

Vedi tutti

Maerins Val San Nicolò | - Bruno Pederiva

27 feb 2015 - About the post. Video · Arrampicata, Bruno Pederiva, Dolomiti, Forcella, Toni Valeruz, Val San Nicolò · Punta Rocca Dolomiti · Forcella Marmoleda Dolomiti. Leave a Reply Cancel reply. Your email address will not be published. © 2018 Bruno Pederiva – Alpine Guide. Theme by Anders Norén — Up ↑.

Approfondisci

Creato da brunopederiva.it

GAP > Maerins - Gemello Orientale (Gross-Bertoli)

...acqua, acqua, acqua.....ma quant'acqua è venuta giù stanotte? Incredibile. Che sarebbe niente, ma le macchine (entrambe!) parcheggiate in un parcheggio in leggera discesa sulla terra rossa, non possono che essere presagio di una giornata tra le più assurde dell'intera vacanza. Il trattore intervenuto in nostro aiuto a ...

Approfondisci

Creato da www.gapclimb.it

GC360R2 Maerins (Traditional Cache) in Trentino–Alto Adige , Italy ...

14 ott 2011 - I maestosi Maerins "gemelli", due pilastri dolomitici visibili a metà della val San Nicolò sono atolli corallini formatisi sotto il mare che copriva questa zona nel Ladinico, giunti fino a noi oggi semisommersi dalle rocce vulcaniche del Buffaure. Su di essi sono state aperte vie di arrampicata estrema, non molto ...
Geocaching is a treasure hunting game where you use a GPS to hide and seek containers with other participants in the activity. Geocaching.com is the listing service for geocaches around the world.

Approfondisci

Creato da www.geocaching.com

Sui due pilastri “I Maerins” - 360° Foto - suedtirol-360.com

I due pilastri "Maerins" (2.170 m) sono due formazioni rocciose nella Val di San Nicolò. Dalla cima abbiamo una vista panoramica splendida sulla Val di San Nicolò. Scalatori possono arrampicare i due pilastri. La ferrata "I Magnifici 4" è una delle ferrate più difficili dei Dolomiti (difficoltà: 5 - D / E).

Approfondisci

Creato da www.suedtirol-360.com

I MAGNIFICI 4 - CIMA MAERINS - val di Fassa -

Questa via ferrata sulle pareti dei Maerins nel gruppo della Marmolada è ottimamente attrezzata, ma molto impegnativa; é tra le più difficili sulle Dolomiti con passaggi difficili ed atletici, i quali richiedono un impegno fisico notevole.

Approfondisci

Creato da www.guidaalpinadolomiti.it

i magnifici 4 - Vie Ferrate

Via Ferrata " i MAGNIFICI 4". MAERINS. segnalata da LUCA MIGLIOLI - 2010. Questa via ferrata è dedicata ai 4 volontari del soccorso alpino, Alex, Diego, Erwin e Luca morti in Val Lasties il 26 dicembre del 2009, che mettendo al primo posto la vita altrui hanno donato la propria.
Tecnica, equipaggiamento, relazioni, foto e altro ancora sul mondo delle vie Ferrate.

Approfondisci

Creato da www.vieferrate.it

Via Ferrata I Magnifici 4, Marmolada, Dolomiti - Vie ferrate, trekking su ...

La ferrata, denominata “I magnifici quattro” in ricordo dei soccorritori rimasti sepolti sotto una valanga in Val Lasties nel dicembre 2009, consente di muoversi in un ambiente interessante, anche se mancano la grandiosità e il senso di montagna presenti in altri itinerari dolomitici; inoltre, specialmente nella prima parte dove il percorso è in parte incassato in stretti canali, la visuale sulla Valle San Nicolò e i monti circostanti risulta piuttosto ristretta.

Si sale arrampicando su una roccia compatta, che in molti tratti si presenta povera di appigli e tale da richiedere una progressione molto tecnica, pur se disturbata per via dell’umidità propria di questo ambiente, la quale contribuisce a rendere poco pulita la roccia, sulla quale è spesso presente una patina superficiale friabile un po’ fastidiosa per la progressione in aderenza; altre volte vi si trova invece depositato del terriccio.

L’attrezzatura della via è di buona fattura ma piuttosto essenziale in rapporto all’impegno del percorso, che comprende vari tratti verticali o a strapiombo. I cavi sono presenti con continuità e risultano sempre ben tesi; sono pure presenti (con sobrietà) degli appoggi per i piedi. Si ha comunque la sensazione di un certo compiacimento nella scelta del percorso  e nella collocazione degli infissi, che testimonia l’evidente intenzione di creare una super-ferrata.

Il primo tratto è stato attrezzato in modo da scoraggiare chi non fosse abbastanza preparato, ma coloro che dovessero proseguire e trovassero poi insormontabile il successivo tratto, costituito senza soluzione di continuità dalla risalita di una fessura verticale, una espostissima traversata strapiombante verso destra ed una ulteriore faticosa risalita, avrebbero qualche difficoltà a procedere a ritroso fino alla base delle rocce. Risulterebbe utile in tal caso una corda per discesa in doppia. Dopo la parte intermedia su sentierino attrezzato, la ferrata riprende con altri faticosi passaggi, che tuttavia risultano un po’ più facili del  tratto chiave sopra esposto.

L’itinerario deve quindi essere percorso solo da chi si senta adeguatamente preparato; in caso contrario esso rischia di risultare ben poco divertente e di provocare la moltiplicazione degli interventi dei colleghi dei quattro valorosi soccorritori cui la ferrata è stata dedicata. Si tratta infatti di un percorso che richiede un impegno psico-fisico fuori dal comune, tale da fare di questa ferrata quella che in assoluto può essere considerata (luglio 2010) la più difficile delle Dolomiti, per la lunghezza dei passaggi difficili ed atletici. La ferrata risulta tecnicamente più difficile della Costantini alla Moiazza (anche se questa ha uno sviluppo ben maggiore), della pur severa Piazzetta sul Piz Boè, della Stella Alpina all’ Agner o della recente Sci Club 18 al Faloria; è ben più impegnativa della vicina Kaiserjager sul Col Ombert, della Pertini sullo Stevia o della celeberrima Tomaselli a Punta Fanes, come pure della Pisetta sul Dain Piccolo, ai margini del territorio dolomitico.

Alla conoscenza della tecnica di arrampicata deve associarsi una buona forza di braccia ed è certo preferibile non avere sulle spalle zaini pesanti, particolarmente fastidiosi nei tratti a strapiombo. Da evitare, infine, condizioni meteorologiche non stabili.
Per esperti. Itinerario estremamente difficile ed esposto, tecnicamente il più impegnativo delle Dolomiti. La nuova ferrata sui Maerins va affrontata da chi sia ben consapevole delle particolari caratteristiche di questo percorso, che vanno rapportate con obiettività al proprio livello di esperienza e di preparazione tecnica e ...

Approfondisci

Creato da www.planetmountain.com

2° Uscita: 11 maggio 2011 - Tuoni e Fulmini - Sport estate - Vie ferrate ...

11 mag 2011 - La seconda tappa ci porta in Val S.Nicolò, angolo incantato della Val di Fassa, e più precisamente sulle rocce di due impressionanti pilastri chiamati “Maerins” che dominano l'accesso alla parte alta della valle. La via prescelta si chiama “Tuoni e Fulmini”, chiodata dall'alto nel 1984 da Bruno Pederiva con ...
Via “Tuoni e fulmini” → Maerins → Val S. Nicolò.(svil. 200m / diff. 7b+ / aperta da Bruno Pederiva, R.Bassi e H.Mariacher nel

Approfondisci

Creato da www.visittrentino.info

048 Via Ferrata „I magnifi ci 4“ (Maerins, quota d'arrivo 2213 m) - sentres

Via ferrata - 048 Via Ferrata „I magnifi ci 4“ (Maerins, quota d'arrivo 2213 m). Tutte le informazioni sull'itinerario, mappa, GPS-download, foto. Durata: 4:00 h - Dislivello: 610 m.

Approfondisci

Creato da www.sentres.com

VIA FERRATA I magnifici 4 Cima Maerins - Vertigine d'acciaio ...

2 lug 2013 - Ferrata "alla francese" inaugurata il 4 luglio 2010. Lunghi tratti verticali, strapiombi e traversi acrobatici ne fanno il percorso attrezzato più difficile delle Dolomiti. a cura di Meridiani Montagne Area: Gruppo della Marmolada – Maerins Accesso:

Approfondisci

Creato da www.quattroruote.it

Maerins - Geo360.it | fotografia & montagna

Maerins. La Val S. Nicolò vista da Maerins. Val San Nicolò una veduta da Ovest. Sulle orme di Alessio Bernard: il fotografo fassano scattò più di 50 anni or sono un fotografia di questa splendida valle, grazie anche alla sua cortesia sono tornato esattamente nello stesso punto, le due immagini risultano sovrapponibili.

Approfondisci

Creato da www.geo360.it

i magnifici 4 ai maerins | Gooutdoor

Le vie ferrate delle Dolomiti sono un'eredità della Prima Guerra Mondiale, poichè molte di esse furono costruite in quel periodo, sul confine tra l'Impero Austroungarico e il Regno d'Italia, per permettere ai combattenti di raggiungere le cime in maniera semplice, veloce e sicura. La ferrata denominata “I Magnifici 4” è ...

Approfondisci

Creato da www.gooutdoor.it

Camera 220 - Maerins - Hotel

Un tuffo nel legno per una famiglia di quattro persone. Il piacevole arredamento in legno spazzolato della nostra Maerins, rilasserà grandi e piccini, anche grazie al comodo letto doppio e al pratico letto a castello con scala di design. La camera, al terzo piano con pavimenti in legno, è dotata di Tv sat, telefono, collegamento ...

Approfondisci

Creato da www.hotelalaska.net

Via ferrata I Quattro Magnifici - Pareti Verticali - Home page

Discesa: Sentiero per la val S. Nicolò che passa dietro i Maerins (Foscac) riporta direttamente verso la valle. Prima dei prati sotto un gigantesco pilastro giallo a dx seguire il sentiero per le palestre di roccia; si raggiunge il parcheggio dopo circa 1 h località Sauch. Oppure = Piste da sci del Buffaure circa 1.45h. Dislivello: ...

Approfondisci

Creato da www.paretiverticali.it

Escursionismo a 360°: Magnifici 4 (EEA)

19 nov 2016 - Via ferrata atletica di estrema difficoltà, allo stato attuale si tratta della via più difficile delle Dolomiti. Questa via ferrata è dedicata ai 4 volontari del soccorso alpino,Alex,Diego,Erwin e Luca morti in Val Lasties il 26 dicembre del 2009 e si sviluppa nelle pareti del Maerins in val San Nicolò, vallata ...

Approfondisci

Creato da escursionismo360.blogspot.com





Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
OK